Messaggio
Home > Didattica > Emigrati nello Stato Sardo
Particolare di un passaporto rilasciato a Modena il  23 febbraio 1847

Flussi migratori verso il Regno di Sardegna in epoca preunitaria 

Il percorso, indirizzata agli studenti dell’ultimo anno della Scuola Primaria e a quelli della Scuola Secondaria di primo grado, si pone l'obiettivo di analizzare il flusso migratorio di sudditi provenienti da diversi Stati preunitari, diretti verso il Regno di Sardegna che, per motivi politici, si intensificò considerevolmente nella metà dell'Ottocento.

Tale fenomeno pose allo Stato Sardo una serie di problemi completamente nuovi: pur essendo diverse, in molti casi, le radici e le motivazioni, le risposte appaiono talora simili a quelle adottate, 150 anni dopo, dal nostro Stato.

Le differenze e le affinità rilevate tra problematiche e soluzioni di ieri e di oggi motivano la scelta del presente percorso di proporre alla riflessione degli studenti il tema dell’emigrazione, attualmente oggetto di un vivace dibattito.

Scritto da Redazione Web ASTO   
Giovedì 05 Dicembre 2013 17:33
Ultimo aggiornamento ( Lunedì 20 Gennaio 2014 08:12 )
 


 

I destinatari

 

La proposta è indirizzata agli studenti dell’ultimo anno della Scuola Primaria e a quelli della Scuola Secondaria di primo grado.

L’apparente ampiezza dell’utenza si giustifica con:

·         la tipologia dell’argomento, in grado di interessare ragazzi di età diverse;

·         la modularità della proposta, che consente di affrontare le problematiche a livelli diversi di complessità;

·         il collegamento non vincolante rispetto ai programmi di Storia dei vari ordini di Scuola: i documenti presentati, infatti, pur riguardando tutti un periodo storico preciso (1848 – 1861), che magari non è oggetto del programma curricolare, possono essere analizzati e interpretati previa una elementare conoscenza dei fatti principali del Risorgimento italiano (a questo scopo può risultare funzionale il quadro di sintesi allegato agli Strumenti del Progetto);

·         la possibilità di elaborare percorsi interdisciplinari.

 

Le schede con i documenti oggetto della proposta sono un modello aperto a eventuali esperienze successive di ampliamento e di approfondimento. Ogni documento, infatti, dovrebbe apparire allo studente come una miniera di informazioni, sempre nuove in base alle domande e agli interessi dell’interrogante, e stimolare curiosità e creatività.

  

Gli obiettivi didattici

 

- Sviluppare lo spirito critico per costruire abilità di lettura, interpretazione e decodificazione
- Acquisire l’uso della fonte come tramite problematico con il passato (e, per analogia, con il presente)
- Imparare a leggere il documento considerandone l’aspetto fisico, la struttura logica, l’importanza storica, la credibilità delle informazioni che contiene
- Utilizzare conoscenze selezionate da fonti di informazioni diverse
- Operare collegamenti tra diverse aree disciplinari
- Approfondire la lettura e la comprensione di alcuni articoli della Costituzione Italiana
- Elaborare in forma di racconto, orale e scritto, gli argomenti studiati

 

Materiali

- Articoli di giornali (a cura delle classi)
- Documenti del Ministero degli Interni del Regno di Sardegna, ASTo
- Costituzione della Repubblica Italiana
- Allegati attinenti al tema: Contesto storico, Moti Mazziniani, Manifesto della Questura.

 

Suggerimenti metodologici

 

La proposta comprende 15 documenti.

Di ognuno vengono riportate la riproduzione originale e la sua trascrizione, in modo da consentire agli studenti un approccio il più possibile diretto con la fisicità del documento. 

Ognuno è accompagnato da una scheda interpretativa, composta da una griglia intesa come guida alla lettura testuale e da una serie di domande, che aiutano la comprensione semantica del tema, stimolano il ragionamento  e prevedono l’associazione del documento contemporaneo al documento antico. Una domanda, in particolare, indirizza lo studente a operare sul piano linguistico e figurativo, invitandolo a ricostruire visivamente il fatto esposto nel documento attraverso lo scritto e l’immagine.

Il percorso prevede una visita degli studenti all’Archivio di Stato

 

Siete interessati a consultare i percorsi didattici?
Richiedete le credenziali all’indirizzo as-to@beniculturali.it

ACCEDI AL PERCORSO






Per consultare il Percorso è necessario inserire Username e Password dedicate.

CREDITS

Referente della Sezione Didattica: dott. Edoardo Garis

Coordinamento didattico e ideazione progetto: dott.ssa Rosanna Ferrarotti e dott. Edoardo Garis

Creato da Redazione ASTO
Data creazione: Non definita
Ultimo aggiornamento (Non definito)