DGA

Secondo quanto previsto dal Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio e nell’ambito delle linee di indirizzo indicate dal Ministero, la Direzione generale Archivi-DGA promuove e coordina le attività relative alla conservazione, tutela e valorizzazione del patrimonio archivistico nazionale.

Vai al sito della Direzione generale Archivi »

Icar

L’Istituto Centrale per gli Archivi-ICAR è un organismo di studio e ricerca applicata della Direzione generale Archivi. L’Istituto, nell’ambito della sua attività, è responsabile della gestione, manutenzione e sviluppo dei sistemi informativi archivistici (Sistema Archivistico Nazionale – SAN; Sistema Archvistico Statale – SAS; Sistema Informativo degli Archivi di Stato – SIAS) e dei Portali tematici; elabora metodologie in materia di ordinamento e inventariazione di archivi storici, gestione e conservazione degli archivi in formazione, applicazione di nuove tecnologie; sviluppa piani e programmi finalizzati alla descrizione archivistica, alla normalizzazione dei criteri di descrizione, allo sviluppo e all’interoperabilità fra sistemi informativi; cura l’elaborazione di linee guida e standard per l’acquisizione, il trattamento e la gestione delle immagini, l’interoperabilità tra sistemi informativi; promuove l’integrazione e condivisione delle risorse archivistiche informatizzate, la conoscenza e l’applicazione di standard descrittivi e tecnologici, la cooperazione tra istituti archivistici.

Vai al sito dell’Istituto Centrale per gli Archivi »

Segretariato regionale

Soprintendenze

Sono compiti istituzionali delle Soprintendenze Archivistiche e Bibliografiche la tutela e la valorizzazione dei beni archivistici e librari, conservati da soggetti pubblici o privati nel territorio assegnato.

In particolare vigilano sugli archivi, anche in formato digitale, degli enti pubblici territoriali e non territoriali e sugli archivi o sui singoli documenti di proprietà privata che, in base a una formale dichiarazione del soprintendente, rivestono “interesse storico particolarmente importante”, rivendicano archivi e singoli documenti appartenenti allo Stato, forniscono assistenza agli enti soggetti alla loro tutela nella formazione dei piani di classificazione e di conservazione e nella progettazione e nella gestione dei sistemi di archiviazione dei documenti.

Le Soprintendenze svolgono inoltre attività di promozione della conoscenza e della fruizione del patrimonio archivistico e librario presente sul territorio, in collaborazione con le regioni di riferimento, con gli altri enti territoriali e con tutti i soggetti, pubblici e privati a ciò interessati, ed elaborano piani di formazione per i responsabili dei sistemi di archiviazione e per i relativi addetti.

Vai alla mappa delle Soprintendenze Archivistiche e Bibliografiche sul sito della DGA »
Vai al sito della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e della Valle d’Aosta »

Archivi di Stato

Gli Archivi di Stato sono presenti in ogni città capoluogo di provincia, per un totale di 100 sedi. Conservano, in molti casi in edifici di grande rilevanza storica e architettonica, gli archivi delle amministrazioni centrali e periferiche degli Stati preunitari e gli archivi delle amministrazioni periferiche dello Stato unitario, che vi sono versati una volta passati 30 anni dalla conclusione della pratica.

Le Sezioni di Archivio di Stato sono presenti in 33 città non capoluoghi di provincia, ove sono conservati rilevanti fondi archivistici relativi alla storia del territorio. Gli Archivi di Stato sono dotati di autonomia tecnico-scientifica e svolgono funzioni di tutela e valorizzazione dei beni archivistici in loro consegna, assicurandone la pubblica fruizione, nonché funzioni di tutela degli archivi, correnti e di deposito, dello Stato.

Vai alla mappa degli Archivi di Stato sul sito della DGA »