“Imparare per la vita” è il titolo scelto dal MiBACT per le Giornate Europee del Patrimonio 2020, prendendo spunto da quello proposto dal Consiglio d’Europa “Heritage and Education- Learning for Life”. In un momento di crescente attenzione per l’ambiente e per la sua continua evoluzione, possiamo apprendere molto dai nostri predecessori e utilizzare il nostro passato per fornire nuove idee per progettare il domani. Il patrimonio storico e artistico conservato nei luoghi della cultura può diventare veicolo di conoscenza del passato, strumento di riflessione
sull’attualità e fonte di ispirazione per il futuro.

L’Archivio di Stato di Torino, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, propone al pubblico un’occasione per riscoprire il paesaggio cittadino di prossimità: durante la visita guidata nei suoi saloni, grazie ai disegni e ai documenti esposti il visitatore potrà viaggiare nel tempo alla scoperta dei Giardini Reali, recentemente riaperti al pubblico e inseriti nel percorso di visita dei Musei Reali.
La mostra Disegnare il giardino: progetti di architettura nel verde tra Ottocento e Novecento illustra alcuni interventi architettonici realizzati nel verde nel corso dell’Ottocento e fino al secondo dopoguerra. I documenti esposti provengono dai fondi Casa di Sua Maestà, Provveditorato alle opere pubbliche per il Piemonte e la Valle d’Aosta e Archivio Roda-Dall’Aglio. A chiudere il percorso espositivo, nella Biblioteca Antica dell’Archivio è presentata una selezione degli appunti e delle tavole realizzate all’acquerello dagli architetti Giuseppe e Marcellino Roda per la pubblicazione della Pomologia italiana.

La locandina della mostra
I documenti esposti

Aperture straordinarie
Quando:
sabato 26 settembre 15.30-19; domenica 27 10-13.30
(PROROGATA FINO AL 23 OTTOBRE. Visite guidate su appuntamento. Per prenotarsi: as-to@beniculturali.it)
Dove: Sezione Corte (piazza Castello 209)
Tutti gli appuntamenti organizzati in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio.

A cura dell’Archivio di Stato di Torino.
Allestimento: Katia Derosas, Cristina Chelini.
Si ringraziano i colleghi e i collaboratori dell’Archivio di Stato e della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e della Valle D’Aosta.

Ingresso libero con obbligo della mascherina durante tutta la permanenza in Archivio, del distanziamento e dell’igienizzazione delle mani.
All’ingresso sarà rilevata la temperatura corporea e potranno accedere coloro che avranno temperatura inferiore ai 37.5 gradi e che saranno privi di evidenti sintomi influenzali.
Visite guidate gratuite con partenza ogni 30 minuti
 

TAGS: archivi, Giornate Europee del patrimonio, Eropean Heritage Days, Mibact