All’inizio del Settecento veniva istituita da Vittorio Amedeo II la Biblioteca Universitaria – l’attuale Biblioteca Nazionale –, che diverrà un istituto autonomo solo alla fine dell’Ottocento. La serie dei Mandati di pagamento, conservata nell’Archivio Storico dell’Università di Torino, fornisce utili informazioni sulla consistenza e sull’accrescimento del patrimonio librario della Biblioteca: i Mandati sono l’unica fonte superstite che consenta di datare con precisione 6.300 acquisti di manoscritti e libri a stampa, l’acquisizione di collezioni, luoghi di provenienza, fornitori (librai, collezionisti).

Si propone in questa sede la selezione delle registrazioni, effettuata dal personale dell’Archivio Storico, commentata e trascritta da Simona Re Fiorentin. I dati raccolti riguardano 199 mandati per un periodo di spesa che va dal 1730 al 1824, con alcune lacune. Per favorire le ricerche sul patrimonio della Biblioteca è stata eseguita la trascrizione dei mandati e degli elenchi acclusi; sono stati inoltre compilati un elenco alfabetico delle opere citate e una tabella riassuntiva dei dati relativi a ciascun mandato.

RISORSE

CREDITS

Documenti per lo studio della Biblioteca di Corte è una raccolta di documenti utilizzati per la realizzazione della mostra “Il teatro di tutte le scienze e le arti. Raccogliere libri per coltivare idee in una capitale di età moderna. Torino 1559-1861” (Archivio di Stato di Torino, 23 novembre 2011 – 29 gennaio 2012).
Torna ai documenti per lo studio della Biblioteca Antica