SEZIONE CORTE Piazza Castello, 209 | SEZIONI RIUNITE Via Piave, 21|as-to@beniculturali.it

Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica

/Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica

risorse
Photogallery

Presso l’Archivio di Stato di Torino, come presso i maggiori Archivi di Stato italiani, è istituita una Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica.

La scuola, erede di una lunga tradizione, fondata nel 1826 con lo scopo di curare la preparazione del personale scientifico dei Regi Archivi, è oggi frequentata prevalentemente da allievi esterni.

Presso la scuola si tengono corsi di durata biennale, attivati ad anni alterni.

Finalità della scuola

La scuola tende essenzialmente alla formazione professionale del personale scientifico in servizio presso l’amministrazione archivistica; la frequenza ai corsi è pure consentita ad allievi esterni.

Alla fine del corso, dopo aver sostenuto un esame consistente in due prove scritte – una di Paleografia e Diplomatica e l’altra di Archivistica – e una prova orale sulle discipline insegnate, sarà rilasciato il diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica che, ai sensi dell’art. 31 del D.P.R. 30 settembre 1963 n.1409, costituisce requisito per la direzione delle sezioni separate degli archivi delle regioni, delle province e dei comuni capoluoghi di provincia (ex art. 31 del citato D.P.R.) e titolo professionale per l’eventuale assegnazione di incarichi di riordinamento di tali archivi o di altri archivi di notevole interesse storico.

Non è prevista l’assegnazione di borse di studio o la erogazione di rimborsi a favore degli allievi della scuola stessa. La frequenza è gratuita.

Durata della scuola

Il corso è biennale e si svolge presso questo Archivio di Stato dal mese di novembre al mese di giugno di ogni anno.
Le iscrizioni, come pure gli esami di ammissione, sono aperte all’inizio di ogni biennio (anni dispari).

Sarà possibile iscriversi per il biennio nel periodo 1-30 settembre degli anni dispari. La comunicazione apparirà nella sezione “Avvisi” sulla home page del sito.

Le lezioni delle materie sottoindicate si svolgeranno dal mese di NOVEMBRE al mese di GIUGNO presso l’Archivio di Stato di Torino, piazza Castello 209.

Il calendario sarà reso noto all’inizio del corso.

Insegnamenti

  • Archivistica generale e legislazione
  • Archivistica 2
  • Archivistica informatica, basi di dati e sistemi informativi
  • Diplomatica 1
  • Diplomatica 2
  • Esercitazioni di Archivistica e di Paleografia
  • Istituzioni di Diritto Costituzionale e Amministrativo
  • Paleografia 1
  • Paleografia 2
  • Restauro e conservazione
  • Sfragistica
  • Storia delle istituzioni sabaude
  • Tecnologia archivistica

La frequenza alle lezioni è obbligatoria nella misura minima del 70% di presenza all’anno per ogni insegnamento, così pure alle esercitazioni per non meno di 70% di presenze annue.

Gli allievi appongono una firma di presenza per ogni ora di lezione.

Modalità di accesso

Per accedere all’esame di ammissione al corso è richiesto il possesso del diploma di Scuola Media Superiore.

A seguito delle disposizioni impartite con circolare ministeriale n. 8/89(12), a partire dal 1989 è stato applicato il numero chiuso nelle scuole di Archivistica Paleografia e Diplomatica. Tale numero non dovrà essere superiore a 50 allievi per corso.

Gli archivisti in servizio presso la Pubblica Amministrazione sono ammessi di diritto alla scuola. Essi dovranno presentare una domanda di iscrizione al corso allegando alla medesima una dichiarazione dell’ufficio al quale appartengono in cui si attesta la qualifica, il livello e le funzioni dell’interessato. Possono accedere al corso solo coloro che svolgono funzioni relative alla tenuta e gestione degli archivi e che siano in possesso di un titolo di studio di Scuola Media Superiore.

Modalità  della prova di ammissione

Quale prova di esame il candidato dovrà:

  • Tradurre e riassumere un testo di latino medievale redatto in Italia tra il XII e XV secolo dopo aver completato, tramite l’inserimento delle desinenze, i sostantivi lasciati inespressi.
  • Schedare un documento privato ( ad esempio una lettera o un contratto) e due documenti pubblici ( ad esempio una circolare, un decreto) scritti in lingua italiana, di epoca compresa tra il XVI e il XX secolo; i testi saranno messi a disposizione non in originale ma trascritti.

La prova di ammissione si svolgerà per iscritto nel rispetto della normativa vigente in materia di pubblici concorsi (D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487).

Durante la prova ai candidati è consentito l’uso di dizionari latini.
La durata della prova è fissata in 3 ore.

Saranno ammessi al corso i primi cinquanta candidati che avranno conseguito una votazione non inferiore ai 18/30. Gli idonei non ammessi potranno accedere alla scuola nel caso si liberassero posti in tempo utile. Questi ultimi non potranno comunque accedere di diritto al biennio successivo ma dovranno ugualmente sostenere la prova scritta per l’ammissione al corso successivo.

RISORSE

MODULO DI ISCRIZIONE
IL CODICE DELL’AMMINISTRAZIONE DIGITALE
NOZIONI DI STORIA GIURIDICO-ISTITUZIONALE
ISTRUZIONE PER L’AMMINISTRAZIONE DEI COMUNI
CIRCOLARE ASTENGO
NORME PER LA PUBBLICAZIONE DI INVENTARI

IL DOCUMENTO ELETTRONICO
atti del workshop dal 2010 al 2017

Vai al sito del workshop: il documento elettronico

TRADIZIONE E AGGIORNAMENTO
a cura di Marco Carassi, ex direttore dell’Archivio di Stato di Torino

Leggi su Il Mondo degli Archivi online
Scuola di Archivistica Paleografia e DiplomaticaCreato da Redazione ASToil 19 dicembre 2016 - Ultima modifica: 27 settembre 2018
Una selezione di supporti metodologici che possono risultare utili agli studiosi e ai ricercatori:
  • il glossario [G] di archivistica;
  • raccolte di fonti, dizionari, repertori, guide e percorsi, compilazioni lessicografiche, apparati biografici;
  • link ai più importanti sistemi informativi e portali tematici europei, italiani, locali.
Puoi segnalarci nuovi strumenti utilizzando il modulo alla pagina FEEDBACK.
sistema-archivistico-nazionale-san Il portale SAN è il punto di accesso unificato alle risorse archivistiche nazionali. Il suo Catalogo delle risorse archivistiche-CAT fornisce una mappa generale del patrimonio archivistico italiano.
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie.Per saperne di più o negare il tuo consenso, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. OK