Dati in caricamento. Attendere...

SEZIONE CORTE Piazza Castello, 209 | SEZIONI RIUNITE Via Piave, 21|as-to@beniculturali.it

Produttori di archivi

//Produttori di archivi
  

Tutti i Soggetti Produttori   |   Seleziona per:     Enti    Famiglie    Persone   

Soggetto produttore
Nome
Penitenziario di Gavi
Sede
Alessandria
Area geografica
-
Note storiche
Nel 1191, l'imperatore Enrico, figlio di Federico I detto il Barbarossa, don in feudo il Castello di Gavi ai genovesi, in cambio di aiuti militari in Sicilia. Da allora il maniero fu oggetto di continui attacchi proprio per la sua posizione militare strategica fino a quando, nel 1202, con atto ufficiale stipulato nella chiesa di S. Giacomo di Gavi, il marchesato pass alla Repubblica di Genova. In seguito a nuove lotte tra Genova e Milano, Gavi e il suo castello passarono ai Visconti dal 1418 al 1476 anno in cui fu ceduto alla famiglia dei conti Guasco di Alessandria, che mantenne l'investitura fino al 1528.L'ultima battaglia di cui fu teatro la fortezza si riferisce al periodo napoleonico. Nel 1815, soppressa la Repubblica di Genova, l'intero territorio genovese e le fortificazioni vennero trasferite sotto il dominio del Re di Sardegna, Vittorio Emanuele I; da quel momento Gavi fece parte della provincia di Alessandria. Nell'anno 1859, il Forte forte fu trasformato in penitenziario civile fino al 1906.
Note generali
-
Estremi cronologici
(1859 - 1907)


Elementi associati
Sezioni Riunite -> Penitenziario di Gavi


Toggle Sliding Bar Area
Una selezione di supporti metodologici che possono risultare utili agli studiosi e ai ricercatori:
  • il glossario [G] di archivistica;
  • raccolte di fonti, dizionari, repertori, guide e percorsi, compilazioni lessicografiche, apparati biografici;
  • link ai più importanti sistemi informativi e portali tematici europei, italiani, locali.
Puoi segnalarci nuovi strumenti utilizzando il modulo alla pagina FEEDBACK.
sistema-archivistico-nazionale-san Il portale SAN è il punto di accesso unificato alle risorse archivistiche nazionali. Il suo Catalogo delle risorse archivistiche-CAT fornisce una mappa generale del patrimonio archivistico italiano.

Si avvisano i signori studiosi che il seguente orario sarà in vigore fino a venerdì 30 ottobre p.v.

Sezione Corte: martedì e venerdì ore 9-13 e 14-18;
Sezioni Riunite: lunedì e giovedì ore 9-13 e 14-18, mercoledì ore 9-14.
Sabato chiuso.

Per le modalità di accesso e tutti gli aggiornamenti cliccare qui.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie.Per saperne di più o negare il tuo consenso, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. OK