Dati in caricamento. Attendere...

SEZIONE CORTE Piazza Castello, 209 | SEZIONI RIUNITE Via Piave, 21|as-to@cultura.gov.it

Archivi

  

Tutti gli archivi   |   Seleziona per:     Sedi:  Sezione Corte |  Sezioni Riunite     Complessi di Fondi     Temi     Parole chiave    
Parole chiave

Sei in ARCHIVI: Sezioni Riunite  | Preture | Pretura di Ciri
Informazioni di Dettaglio [ apri / chiudi ]


Intestazione
Pretura di Ciri
Descrizione
ll fondo documentario stato versato nel 2001 dalla Pretura di Ciri, a seguito della soppressione di tale Ufficio Giudiziario. Il fondo conservato nella sede dell'Archivio di Stato di Piazza Castello.
Estremi cronologici
1736 - 1736; 1767 - 1789; 1795 - 1803; 1807; 1814 - 1989
Estensioni cronologiche
-
Consistenza
2499 bb.
Qualifica
-

Produttori di archivi associati

Strumenti di ricerca associati


Aggregazioni associate al record corrente
  • Tipo di archivio
    • Archivi di organi o uffici dello Stato - Organi giurisdizionali
    Temi
    • Giustizia
    Parole chiave
    • Giustizia


Localizzazione associata al record corrente



Sottolivelli dell'elemento corrente
data da data a sede
    Pretura di Ciri
Sezioni Riunite -> Preture -> Pretura di Ciri -> Pretura di Ciri
  1844   1981 Riunite
    Pretura di Ciri. Ufficiale giudiziario
Sezioni Riunite -> Preture -> Pretura di Ciri -> Pretura di Ciri. Ufficiale giudiziario
  1885   1980 Riunite
    Archivi aggregati
Sezioni Riunite -> Preture -> Pretura di Ciri -> Archivi aggregati
  1736   1989 Riunite


Una selezione di supporti metodologici che possono risultare utili agli studiosi e ai ricercatori:
  • il glossario [G] di archivistica;
  • raccolte di fonti, dizionari, repertori, guide e percorsi, compilazioni lessicografiche, apparati biografici;
  • link ai più importanti sistemi informativi e portali tematici europei, italiani, locali.
sistema-archivistico-nazionale-san Il portale SAN è il punto di accesso unificato alle risorse archivistiche nazionali. Il suo Catalogo delle risorse archivistiche-CAT fornisce una mappa generale del patrimonio archivistico italiano.
Torna in cima