Dati in caricamento. Attendere...

SEZIONE CORTE Piazza Castello, 209 | SEZIONI RIUNITE Via Piave, 21|as-to@beniculturali.it

Produttori di archivi

//Produttori di archivi
  

Tutti i Soggetti Produttori   |   Seleziona per:     Enti    Famiglie    Persone   

Soggetto produttore
Nome
Amiantifera di Balangero S.p.a.
Sede
Balangero
Area geografica
Provincia di Torino
Note storiche

Nel 1918 fu costituita la Societ Cave San Vittore , con sede amministrativa a Milano. L'attivit estrattiva incominci solamente nel 1921, dopo i primi anni dedicati alla predisposizione di macchinari ed infrastrutture, sotto la direzione tecnica dell'Ing. Eva: in quell'anno venne infatti installato il primo impianto di frantumazione e separazione.
I primi anni, caratterizzati da continue modifiche degli impianti di lavorazione e dal frequente aggiornamento dei macchinari e delle tecniche di estrazione, furono contrassegnati da cicliche crisi delle vendite, fino a quando, nel 1932, la Societ cominci a contrastare la contrazione delle vendite rivolgendosi non solo al mercato italiano ma anche a quelli di Spagna, Inghilterra, Nord America.
Nel 1933, anche se stava conoscendo un primo accenno di ripresa, la Societ si pose, per evitare l'aggravarsi del carico di interessi e debiti, sotto la tutela dell'IRI, che termin nel 1951. A partire dalla fine degli anni Trenta la Societ riusc a rendersi competitiva nei confronti dei produttori di amianto esteri; questo non evit, al termine della Seconda Guerra Mondiale, una nuova crisi finanziaria causata dall'aumento dei prezzi legati alle vicende belliche, crisi da cui la Societ non fu pi in grado di riprendersi, fino ad essere messa in liquidazione nel 1954.
Nel 1950, con il passaggio del pacchetto azionario dall'IRI al gruppo Manifatture Colombo ed Eternit , era stata costituita la nuova societ Amiantifera di Balangero S.p.A. , presieduta da Rinaldo Colombo, industriale di Bergamo: rimasto a capo della Societ per oltre trent'anni, egli avrebbe portato la Societ ad un livello produttivo mai conosciuto in passato, grazie anche all'introduzione, a partire dal 1958, di nuovi e pi produttivi metodi di estrazione. Dal 1962 la direzione tecnica fu assunta dall'Ing. Emidio Angellotti, il quale fece toccare all'Amiantifera i suoi vertici di produzione e fatturato, grazie anche alla progressiva automatizzazione degli impianti.
Nel 1983, deceduto l'anno precedente Rinaldo Colombo, la Societ venne venduta ai fratelli Puccini di Roma e da allora conobbe un declino irreversibile culminato nel 1990 con la dichiarazione di fallimento.
(dall'Introduzione all'inventario)
Note generali
Altre denominazioni: Societ Cave San Vittore

Condizione giuridica: privato

Bibliografia: D. CAFFARATTO, L'Amiantifera di Balangero, in "Miscellanea di studi storici sulle Valli di Lanzo", Societ Storica delle Valli di Lanzo - L, Lanzo T.se 1996, p. 338"

Estremi cronologici
1918 - 1990


Elementi associati
Sezione Corte -> Archivi industriali e di societ -> Societ Amiantifera di Balangero


Toggle Sliding Bar Area
Una selezione di supporti metodologici che possono risultare utili agli studiosi e ai ricercatori:
  • il glossario [G] di archivistica;
  • raccolte di fonti, dizionari, repertori, guide e percorsi, compilazioni lessicografiche, apparati biografici;
  • link ai più importanti sistemi informativi e portali tematici europei, italiani, locali.
Puoi segnalarci nuovi strumenti utilizzando il modulo alla pagina FEEDBACK.
sistema-archivistico-nazionale-san Il portale SAN è il punto di accesso unificato alle risorse archivistiche nazionali. Il suo Catalogo delle risorse archivistiche-CAT fornisce una mappa generale del patrimonio archivistico italiano.

Si avvisano i signori studiosi che il seguente orario sarà in vigore fino a venerdì 30 ottobre p.v.

Sezione Corte: martedì e venerdì ore 9-13 e 14-18;
Sezioni Riunite: lunedì e giovedì ore 9-13 e 14-18, mercoledì ore 9-14.
Sabato chiuso.

Per le modalità di accesso e tutti gli aggiornamenti cliccare qui.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie.Per saperne di più o negare il tuo consenso, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. OK