Dati in caricamento. Attendere...

SEZIONE CORTE Piazza Castello, 209 | SEZIONI RIUNITE Via Piave, 21|as-to@beniculturali.it

Produttori di archivi

//Produttori di archivi
  

Tutti i Soggetti Produttori   |   Seleziona per:     Enti    Famiglie    Persone   

Soggetto produttore
Nome
Cordero Lanza di Montezemolo, Renato
Titoli
Dott.
Data nascita
19030110
Data morte
19670820
Luogo nascita
Roma
Luogo morte
Torino
Area geografica
Piemonte, Valle d'Aosta, Francia
Note storiche

Renato Cordero Lanza di Montezemolo nacque a Roma il 10 gennaio 1903, secondogenito del marchese Demetrio, di antica nobilt piemontese, e di Luisa Dezza. 
Nello stesso anno si trasfer con la famiglia a Torino, per ragioni legate alla professione del padre, generale di brigata del Regio Esercito. In questa citt Renato trascorse la propria infanzia e la giovinezza.  
Dopo aver conseguito la licenza ginnasiale, tra il 1918 e il 1919, in aderenza alle tradizioni della famiglia, che annoverava tra i suoi membri numerosi militari, divenne allievo presso la Regia Accademia navale di Livorno, avviandosi ad una lunga e assai articolata carriera nella Marina, che gli permise di raggiungere il grado di capitano di vascello.  
Durante il periodo di servizio pot comunque completare i propri studi universitari, a Torino, dove si laure in Giurisprudenza, nel 1923, e successivamente, nel 1933, in Lettere.  
Partecip al secondo conflitto mondiale e, nella sua fase conclusiva, alla Resistenza, dove affianc il fratello maggiore Giuseppe, colonnello dellEsercito e coordinatore del Fronte militare clandestino a Roma, assumendo il ruolo di intermediario con il corrispondente Fronte della Marina, alla quale ader. 
A guerra terminata, grazie al clima di ripresa delleconomia nazionale, si impegn come intermediatore daffari, mettendo cos a frutto le proprie competenze e conoscenze personali nonch la possibilit di risiedere quasi permanentemente a Parigi. Tra gli anni 1946-1950 ebbe infatti rapporti con numerose aziende italiane, prevalentemente piemontesi (come la nota produttrice di liquori e bevande alcooliche Carpano), che si avvalsero di lui per favorire lingresso dei propri prodotti nel mercato francese.  
Particolarmente duraturo fu il rapporto con lingegnere Dino Lora Totino: imprenditore dalle molteplici attivit, noto costruttore di teleferiche alpine.  Questi lo coinvolse nellorganizzazione del gruppo di interesse italiano costituitosi per la promozione e la realizzazione del traforo del Monte Bianco, denominato Sindacato tecnico finanziario, affidandogli poi, dopo la costituzione di altri due equivalenti sindacati con sedi a Parigi e Ginevra, lincarico di segretario generale per lItalia e la Francia.  
In tale veste Renato Cordero di Montezemolo segu per pi di un decennio le vicende del Traforo, svolgendo un importante attivit di collegamento e mediazione tra le varie componenti, politiche, economiche e tecniche che furono via via coinvolte nel progetto, concretizzatasi praticamente nella: Preparazione di tutte le riunioni intergovernative, la redazione di oltre diecimila lettere, studi e rapporti [...]. Trattative... . 
Contemporaneamente partecip ad altre iniziative imprenditoriali di Lora Totino, legate in qualche modo al Traforo, come la Compagnie dentreprises du Mont Blanc (CEMB), costituita a Parigi nel 1948 con lo scopo di promuovere il turismo e le attivit economiche in Francia.
 Tuttavia, latteggiamento spregiudicato dellingegnere nella conduzione dei propri affari se non intacc il buon andamento del progetto del Monte Bianco, che si concluse nel 1957 con la costituzione di una societ di gestione e, due anni dopo, con lavvio dei lavori di costruzione della galleria, corrose in qualche modo il rapporto tra questi e Renato, che intent contro Lora Totino un contenzioso legale per ottenere in restituzione quote di capitale investito nellimpresa del Traforo.  Entrambi poi cercarono di rivestire un ruolo nel consiglio di amministrazione della societ di gestione di cui si fatto cenno, la Societ italiana per il Traforo del Monte Bianco, e, per Renato, anche nella corrispondente societ francese (costituita nel 1958), proponendo la loro candidatura come compensazione per tutto il lavoro svolto a favore dellimportante infrastruttura.  
Ma le decisioni prese in merito da parte delle due societ non furono, probabilmente, risolutive.
  Negli ultimi anni della sua vita continu a seguire le attivit imprenditoriali create per sfruttare leffetto trainante del Traforo, specialmente indirizzate alla costruzione di teleferiche e altre infrastrutture transfrontaliere, rivestendo in parallelo, come gi in passato, ruoli di consulente per aziende diverse e di revisore contabile presso istituzioni italo francesi.  
Renato Cordero Lanza di Montezemolo mor a Torino nel 1967.   





Note generali
-
Estremi cronologici
1903-1967


Elementi associati
Sezione Corte -> Archivi di famiglie e persone -> Cordero Lanza di Montezemolo, Renato


Toggle Sliding Bar Area
Una selezione di supporti metodologici che possono risultare utili agli studiosi e ai ricercatori:
  • il glossario [G] di archivistica;
  • raccolte di fonti, dizionari, repertori, guide e percorsi, compilazioni lessicografiche, apparati biografici;
  • link ai più importanti sistemi informativi e portali tematici europei, italiani, locali.
Puoi segnalarci nuovi strumenti utilizzando il modulo alla pagina FEEDBACK.
sistema-archivistico-nazionale-san Il portale SAN è il punto di accesso unificato alle risorse archivistiche nazionali. Il suo Catalogo delle risorse archivistiche-CAT fornisce una mappa generale del patrimonio archivistico italiano.

Si avvisano i signori studiosi che il seguente orario sarà in vigore fino a martedì 24 novembre p.v.

Sezione Corte: martedì e venerdì ore 9-13 e 14-18;
Sezioni Riunite: lunedì e giovedì ore 9-13 e 14-18, mercoledì ore 9-14.
Sabato chiuso.

Per le modalità di accesso e tutti gli aggiornamenti cliccare qui.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie.Per saperne di più o negare il tuo consenso, consulta la cookie policy. Cliccando su "OK" acconsenti all'uso dei cookie. OK